Seleziona una pagina

PASTORE TEDESCO

Classificazione cane da pastore (guardia e difesa)
Diffusione in risalita, 14.438 soggetti iscritti nel 2015 (incluso pelo lungo)
Pagella Breedog  Leggendo il voto assegnato molti potrebbero pensare che alla redazione di Breedog o non capiscono nulla oppure si sono sbagliati. Niente affatto, il voto al Re di tutte le razze è basso perché, come ripetiamo, nelle nostre pagelle conta la gestibilità della razza, la facilità a stare in famiglia, l’equilibrio del carattere. Bene, non c’è dubbio che qui siamo di fronte alla razza più famosa e apprezzata del mondo. Un cane ideale e potenzialmente perfetto. Ma c’è un ma. Non è un cane facile. Tuttaltro. Come ogni fuoriclasse ha doti di eccellenza talmente sviluppate che inevitabilmente necessitano di controllo. Il tedescone è una fuoriserie, ha potenza, velocità, muscoli, mascelle da numero uno. Non è che potete rinunciare ad esempio a rivolgervi a un addestratore bravo fin da quando è cucciolo. Se uno si mette una Ferrari in garage, sa fin da subito che non potrà trattarla come una Panda. Aggiungiamoci che certe predisposizioni alla displasia, storicamente esistenti in passato, potrebbero oggi, più che in altre razze, fare qualche volta la loro pericolosa ricomparsa. E quindi – inutile dirlo – la scelta dell’allevamento di provenienza diventa cruciale come e più che in altre situazioni. Detto questo, giova ricordare che, a parte l’andare a caccia di cervi o fagiani, il tedescone sa fare tutto e meglio di tutti  voto 6+

pastore-tedesco

Storia

Lo standard è stabilito ufficialmente dall’Associazione per il Cane da Pastore Tedesco (SV) con sede ad Augsburg, membro della Società Cinofila Tedesca (VDH) in qualità di Società fondatrice della razza e responsabile per lo standard del Pastore Tedesco; redatto nel primo congresso a Francoforte il 20 settembre 1899 secondo le proposte di A.Meyer e di M. von Stephanitz , completato dalle aggiunte apportate dalla VI assemblea dei soci del 28 luglio 1901, dalla XXIII Assemblea tenutasi a Colonia il 17 settembre 1909, dalla Seduta del Consiglio direttivo tenutasi a Wiesbaden il 5 settembre 1930 e di quella del 25 marzo1961, è stato ristudiato dall’Unione mondiale delle Società per il Cane da Pastore Tedesco, e deciso durante la seduta del WUSV il 30 agosto 1976; è stato ancora rielaborato e catalogato con decisione del 23/24 marzo 1991 dal Consiglio e dal Comitato Consultivo. Il Cane da Pastore Tedesco, che iniziò ad essere allevato in modo pianificato nel 1899, dopo la fondazione della Società, è stato selezionato partendo da razze di cani da pastore esistenti nella Germania centrale e meridionale, con l’obiettivo di creare un cane di utilità capace di alte prestazioni. Perciò è stato fissato lo Standard del Pastore Tedesco che contempla tanto le caratteristiche fisiche che quelle del temperamento e del carattere.

pastore-tedesco-01

Aspetto generale

Il Cane da Pastore tedesco è di media taglia, leggermente allungato, forte e molto muscoloso, con ossatura asciutta e struttura solida. Le sue proporzioni più importanti sono: l’altezza al garrese per i maschi: da 60 a 65 cm, per le femmine da 55 a 60 cm. mentre la lunghezza del corpo supera l’altezza al garrese di circa del 10 – 17%. Il Pastore Tedesco deve essere equilibrato, saldo di nervi, sicuro di sé, del tutto disinvolto e (se non provocato) assolutamente buono, oltre che attento e docile. Egli deve possedere coraggio, combattività e tempra per essere idoneo come cane da accompagnamento, da guardia, protezione, servizio e da pastore.