Seleziona una pagina

LO CHIAMAVANO AIDI

Ecco una interessante “variante” del nostro Maremmano-Abruzzese. Lo chiamano anche Aidi, ma niente a che vedere con dolcezze e carinerie. Questo è un “tipaccio” tosto, solido, molto rustico, notevole per potenza e agilità; è muscoloso, nervoso, di costruzione robusta senza essere pesante e possiede un pelo folto che lo ripara tanto dal sole che dal freddo delle montagne del suo paese, il Marocco.

atlas-dog

Il suo mantello forma una specie di corazza protettrice nei combattimenti che il cane dell’Atlas deve sostenere contro gli sciacalli e gli altri predatori.

Il suo sguardo è vivace, diretto e deciso come si conviene ad un cane che vigila, sempre pronto a compiere il suo dovere di guardiano. In certe regioni del Marocco si ha l’usanza di tagliare gli orecchi come pure la coda dei cani da lavoro.

Molto fedele, affezionato e docile con il suo padrone e i membri della famiglia, il cane dell’Atlas mostra grandi abilità inerenti alla guardia. Sempre allerta, misura istintivamente la gravità e la prossimità di un pericolo e senza alcuna paura provvede a un’appropriata ed efficiente risposta.

Mai iscritto un cucciolo in Italia nei libri genealogici ENCI. Non esistono allevatori di questa razza nel nostro paese.

(scheda ripresa dal sito dell’Ente Nazionale Cinofilia Italiana e integrata dalla redazione di BREEDOG – foto ripresa dal sito: www.puppyou.com)