Seleziona una pagina

Vi ritrovate in casa un cane aggressivo e decidete di affrontare il problema. Rivolgersi a veterinari e esperti di comportamento animale è la seconda cosa da fare. La prima cosa da fare è leggere questo articolo, così arriverete al confronto con gli esperti già informati e preparati a capire al meglio le strategie che vorranno consigliarvi.

Qui parliamo di quella aggressività che si forma nei cani già grandi (dai 3 anni in su) e che è molto diffusa, l’aggressività territoriale. Il vostro Fido è una pasta con voi e gli altri componenti della famiglia, ma diventa un diavolo quando amici o parenti vengono a farvi visita? Un classico, ma anche una delle situazioni più imbarazzanti e disagevoli per un proprietario di cane.

La domanda delle domande è: possiamo curare questa aggressività? La risposta è sì, anche se l’aggressività rischia di rimanere latente e risvegliarsi d’improvviso senza che noi si abbiano a disposizione gli strumenti certi per prevenirla.

Come al solito il potere maggiore di cambiamento ce l’ha l’uomo. Ogni atteggiamento aggressivo del vostro cane con altre persone che entrano in casa andrebbe subito affrontato portando Fido a rendersi conto che il suo agire non incontra la vostra approvazione e questo dovrete farglielo capire subito con azioni dirette, senza mai essere troppo decisi e senza eccessive coercizioni.

Abbinare l’arrivo delle persone in casa con un premio è un buon modo di fargli cambiare atteggiamento. La prevenzione sarà la vostra arma più forte. Mai essere violenti nello sgridarlo. La strategia vincente non è correggere l’errore, ma prevenirlo.

Ecco che allora i vostri amici saranno quelli che dopo di voi ripeteranno il premio (cibo) a Fido. La strategia è quella di far percepire i vostri amici analoghi a voi nell’atteggiamento premiante verso di lui. Mentre i vostri amici interagiscono con lui, voi state defilati, in modo che la confidenza tra il vostro cane e i visitatori sia intima e esclusiva.

Anche se non subito Fido si abituerà a percepire l’arrivo di visitatori come una situazione da cui lui trova vantaggio e piacere e non stress. L’iniziale aggressività, se opererete con costanza, si trasformerà progressivamente in gioioso scondinzolo all’arrivo degli ospiti.

Ma tutto questo fatelo assieme a un esperto di comportamento e soprattutto bravo nell’educazione. Si tratta di un ruolo molto delicato ed è meglio rivolgersi a professionisti del settore. Chiedere un suggerimento al vostro veterinario di fiducia può essere un ottimo primo passo da fare.